Premio svizzero del libro per ragazzi

Premio svizzero del libro per ragazzi

Archivio 2021

Martin Panchaud «Die Farbe der Dinge»

Vincitore 2021:
Martin Panchaud
«Die Farbe der Dinge»

Zurigo: Edition Moderne 2020

Con «Die Farbe der Dinge» Martin Panchaud ha creato un’opera d’arte di grande originalità, fresca e sfacciata, che sconvolge le abitudini di lettura del pubblico, quanto a testo e immagini. Con la sua giocosa visualità e un ritmo narrativo tipico dei media, questa graphic novel piacerà soprattutto agli adolescenti.

Le figure, rappresentate come cerchi colorati, si muovono sul fondo bianco e in campi stilizzati; delle righe sottili li collegano con le battute di dialogo. Nel racconto s’inseriscono infografiche, vedute panoramiche e parti di mappe.

A un primo sguardo si stenta a immaginare quanto la storia parta veloce, trovando il proprio passo. Eppure chiunque ne abbracci la struttura sorprendente e la codificazione astratta si immerge all’improvviso nell’avventura del protagonista Simon. I cerchi colorati si animano, le loro emozioni dilagano mentre discutono, amano, si irritano e si disperano. Il palpitante dramma familiare segue il suo tragico corso nonostante una spettacolare vincita alle corse dei cavalli. Alla fine Simon, da giovane adulto, prenderà in mano il proprio destino.

Questa peculiare storia di formazione gioca abilmente con elementi della cultura pop, esaspera scenari di violenza mediatica o fantasie sessuali, e amplia la tradizione narrativa dei media giovanili con un’interpretazione del tutto nuova.

 

Martin Panchaud, nato a Ginevra nel 1982, è grafico, autore e illustratore. Vive a Zurigo. Nel 2016 ha pubblicato un adattamento illustrato lungo 123 metri di Star Wars Episodio IV, per il quale ha ricevuto riconoscimenti da diverse istituzioni culturali europee.
La sua prima graphic novel «Die Farbe der Dinge» è uscita nel 2020 presso Edition Moderne ed è stata finalista al premio Max und Moritz.
martinpanchaud.ch

Finalisti 2021

Bestiaire helvétique

Testo e illustrazioni: Marcel Barelli

Libro di divulgazione
Losanna: EPFL Press 2020

Un catalogo delle specie animali svizzere redatto con sguardo curioso, talvolta umoristico. Grazie ai disegni in bianco e nero e ai brevi testi, l’autore crea un’opera innovativa 
al tempo stesso rigorosa e originale; fornisce informazioni sempre interessanti, illustrate con leggerezza e ironia. Il libro 
segue un ordine personale e si conclude con una ricca 
bibliografia. Ricorda infine quanti animali siano minacciati dall’ultima specie presentata: l’Homo sapiens.

Die Farbe der Dinge

Testo e illustrazioni: Martin Panchaud
Traduzione: Christoph Schuler

Graphic novel
Zurigo: Edition Moderne 2020

Un adolescente, vittima di bullismo e cresciuto in un contesto difficile, fa un colpo grosso puntando i risparmi del padre sul cavallo giusto. Ora più che mai gli stanno tutti dietro. Questa graphic novel capovolge radicalmente le nostre abitudini di lettura, raccontando la turbolenta storia di formazione come un videogioco visto dalla prospettiva di un drone. Un vertiginoso tour de force attraverso pittogrammi, infografica e dialoghi da film, che ci afferra e ci tocca nel profondo.

Élise

Testo e illustrazioni: Fabian Menor

Graphic novel
Ginevra: La Joie de lire 2020

A scuola Élise è il capro espiatorio della maestra. Per fortuna trova conforto nel suo cane, con cui condivide tutto. Questo fumetto, cronaca di ordinaria violenza tra racconto e romanzo di formazione, narra la vita quotidiana di una bambina al tempo in cui gli adulti avevano il diritto di alzare le mani sui ragazzi. L’uso della china e i toni slavati mostrano con eleganza la fragilità dell’infanzia, ma anche la sua forza e resilienza.

Lila Perk

Testo: Eva Roth

Romanzo per ragazzi
Vienna: Jungbrunnen 2020

Con un libro di sopravvivenza, tenda e zanzariere, la dodicenne Lila e suo padre partono all’avventura, in un viaggio che li porta fino in Europa dell’Est. Il testo narrativo ci conquista per la trama coerente e la scrittura semplice ma accattivante, con un pizzico di ironia e arguzia. Mentre il genere del romanzo d’avventura è debitamente decostruito, il tema centrale dell’elaborazione del lutto della madre percorre la storia come un filo conduttore sottile, delicato e convincente.

Lulu in der Mitte

Illustrazioni: Jacky Gleich
Testo: Micha Friemel

Albo illustrato
Monaco: Hanser 2020

È meravigliosa, questa vita di famiglia con padre, madre e tre figli, che si dispiega vorticosa nelle illustrazioni. Si gioca, si cucina, si consola. Solo leggendo il testo si capisce che questo sfrenato trambusto non è divertente per tutti. All’inizio Lulu, la figlia di mezzo, si sente invisibile e non sa chi è. L’interazione dinamica tra testo e immagine mette Lulu all’improvviso sotto i riflettori. Scopre così di essere il giusto mezzo, il sole intorno a cui tutto gira.

Premiazione 2021

La giuria 2021

Daniel Ammann (Presidente della giuria)

Daniel Ammann ha studiato lingua e letteratura inglese, pedagogia e critica letteraria. È docente di educazione ai media e collabora con il Centro di scrittura dell’Alta scuola pedagogica di Zurigo. Oltre alle recensioni per «Akzente» o «Buch & Maus», scrive di letteratura e cinema sulla NZZ.

Bérénice Capatti

Bérénice Capatti è traduttrice, editor e autrice di libri per bambini e adolescenti. Ha lavorato parecchi anni nel settore ragazzi di una grande casa editrice italiana prima di diventare indipendente. Collabora saltuariamente con la rivista «Il Folletto» e ha tenuto laboratori di scrittura e traduzione.

Christine Lötscher

Christine Lötscher ha studiato lingua e letteratura tedesca e storia a Zurigo e Monaco di Baviera, e ha poi lavorato come giornalista culturale. Oggi è docente di Media per bambini e adolescenti presso l’ISEK – Culture popolari dell’Università di Zurigo. Svolge ricerche sull’interfaccia tra media per bambini/giovani e cultura popolare, e sugli spazi di esperienza transmediale.

Valérie Meylan

Valérie Meylan ha lavorato in una libreria per ragazzi indipendente a Bienne prima di diventare libera professionista nel campo del coordinamento letterario. In questa veste collabora sia con festival letterari, sia con l’associazione degli editori LIVRESUISSE e Pro Helvetia. Svolge progetti di promozione della lettura dell’ISJM nelle scuole della Svizzera romanda e scrive per la rivista online di letteratura per ragazzi «Ricochet».

Therese Salzmann

Therese Salzmann è stata insegnante di scuola elementare e ha studiato slavistica, storia dell’Europa orientale e sociologia. Ha lavorato nel settore librario per diversi anni, prima di contribuire alla realizzazione del progetto «Lectures des Mondes» presso l’ISJM e seguire progetti di promozione della lettura per lo SIKJM di Zurigo. Dalla fine del 2015 lavora per Interbiblio, l’associazione mantello delle biblioteche interculturali svizzere, nella quale dal 2019 è rappresentante delle biblioteche del Canton Friburgo.

Media 2021